Insegnanti delle scuole italiane all’estero: per l’assegnazione e la durata del servizio vale il contratto nazionale

SENTENZA DEL GIUDICE DI ROMA

  Turi: si conferma giurisdizionalmente, quanto più volte affermato dalla Uil Scuola, la capacità del contratto di disapplicare norme di legge. Ci è voluta una sentenza del giudice di Roma per dipanare una matassa giuridica e confermare che il contratto ha il potere di disapplicare norme e regolamenti passati, presenti e futuri.  Il Tribunale di Roma, infatti, si è espresso in questa direzione in merito al ricorso di alcuni docenti delle scuole italiane all’estero, patrocinato dalla UIL Scuola.

Leggi tutto “Insegnanti delle scuole italiane all’estero: per l’assegnazione e la durata del servizio vale il contratto nazionale”

Procedure di selezione per la destinazione all’estero del personale Incontri al Miur dell’8 marzo 2019

    

Scuole italiane all’estero
Informativa procedure di selezione
Resta il giudizio negativo della UIL

Le procedure di selezione per la destinazione all’estero del personale docente, Ata e dirigenti scolastici sono state oggetto dell’informativa ai sindacati da parte del Capo dipartimento, dott.ssa Palumbo.
Per la UIL scuola hanno partecipato Angelo Luongo e Pasquale Proietti.
L’amministrazione ha comunicato che sono state presentate le seguenti candidature: circa 2.800 docenti, 171 ATA e 163 dirigenti scolastici.
Entro la fine di marzo, secondo le indicazioni del Miur, dovrebbero essere insediate le commissioni, una commissione “madre” e cinque sottocommissioni..
E’ stato inoltre comunicato che dopo la costituzione delle commissioni saranno definiti gli elenchi dei candidati ammessi al colloquio, che riceveranno individualmente la comunicazione contenente il punteggio dei titoli e la data di convocazione a Roma, presso il Miur, per lo svolgimento della prova orale.
Il personale che sarà escluso dalla prova orale, per difetto dei requisiti o per insufficiente punteggio dei titoli (25 punti docenti e DS, 15 per gli ATA), riceverà un decreto di esclusione, impugnabile in sede giudiziale. 

Leggi tutto “Procedure di selezione per la destinazione all’estero del personale Incontri al Miur dell’8 marzo 2019”

COMUNICATO UIL SCUOLA RUA ESTERO

Nel corso dell’incontro presso il Ministero Degli Esteri in data odierna delle OO. SS. e della delegazione MAECI/MIUR sono stati comunicati da parte dei rappresentanti del MIUR i primi dati ufficiosi relativi alle domande di partecipazione al concorso entro il 28 gennaio u.s.

  1. domande per candidato pervenute on line:

1) personale docente circa 1600

2) personale ATA circa 700

3) Dirigenti Scolastici circa 100

Leggi tutto “COMUNICATO UIL SCUOLA RUA ESTERO”

Procedura selettiva del personale scolastico da destinare all’estero. Commissioni di valutazione. Apertura funzioni per la presentazione delle candidature.

Scuola all’Estero

Si PUBBLICANO qui di seguito i decreti dipartimentali del MIUR relativi alla procedura selettiva del personale scolastico da destinare all’estero e la nota con le indicazioni relative alla presentazione della candidatura quale presidente o componente delle relative commissioni di valutazione.
La documentazione è pubblicata sul sito Internet dell’Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana.
Si allegano:
1) Nota MIUR prot. n. 2058 del 17 gennaio 2019
2) DD. n. 2020/2019
3) D.D. n. 2021/2019
La Segreteria nazionale Federazione Uil Scuola RUA

attachments:  m_pi.AOODPIT.REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI(R).0002020.20-12-2018

m_pi.AOODPIT.REGISTRO DECRETI DIPARTIMENTALI(R).0002021.20-12-2018

PROT_notaComandi_invio_AOODRTO.REGISTRO UFFICIALE(U).0000714.21-01-2019

 

15 borse di studio INPS per master in Spagn

Gentili tutti,
abbiamo il piacere di comunicare che:
INPS – Gestioni Dipendenti Pubblici presenta il Progetto Archimede, per i figli e gli orfani dei dipendenti e dei pensionati della pubblica amministrazione e mette a disposizione 80 borse di studio per Master Universitari in “Entrepreneurship” da attivarsi in Atenei Nazionali o all’estero.
L’Universitá Politecnica di Cartagena (Spagna) – Campus de Excelencia Internacional è l’unico Ateneo Internazionale a cui sono state aggiudicate 15 borse di studio delle 80 messe a disposizione dall’INPS grazie al suo Master in Energia Rinnovabili con Cloud Incubator HUB col fine di creazione di start up.
I Requisiti e la modalità di partecipazione al progetto Archimede sono disponibili nella seguente pagina web: http://www.upct.es/inps/es/inicio
La domanda dovrà essere presentata secondo le modalità indicate dal bando a decorrere dal 29 maggio ore 12:00 fino all’11 giugno 2018 ore 12:00.

Per qualsiasi dubbio o chiarimento potete chiamarci al numero +39.339.1401601 o contattarci al seguente indirizzo di posta elettronica: cmn-inps@campusmarenostrum.es 
 
e seguirci su:
Master in Spagna Info&Assistance
Master in Spagna info

Vi chiediamo gentilmente di diffondere il più possibile tale opportunità tra i vostri contatti.
Grazie mille per la collaborazione e la disponibilitá

SOTTOSCRITTA L’INTESA OO.SS.SCUOLA MIUR SUI REQUISITI CULTURALI E PROFESSIONALI PER LA DESTINAZIONE ALL’ESTERO

Sulla base  del CCNL  scuola sottoscritto nei giorni scorsi,  è stata raggiunta l’intesa tra le OO. SS. scuola e il MIUR sui requisiti culturali e professionali richiesti per la destinazione all’estero dei dirigenti scolastici, dei docenti e del personale ATA; l’accordo   rappresenta il segnale  concreto  dell’avvio del  percorso di disapplicazione, insieme ad altre parti della legge 107,  del d.lvo  64,  con  l’applicazione  delle norme contrattuali previste per la mobilità professionale  all’estero già vigenti.

Tenuto conto della necessità di garantire la copertura dei posti vacanti all’estero per il prossimo A.S. con le procedure di mobilità professionale previste dal CCNL  vengono aggiornati e adeguati alle attuali esigenze delle nostre istituzioni scolastiche e culturali italiane all’estero   i requisiti culturali e professionali  richiesti
per la partecipazione alle selezioni che dovranno, come ha ribadito nel suo intervento la  Uil Scuola Rua, rispettare tutte  le vigenti disposizioni contrattuali  in materia di rapporto di lavoro e di durata del mandato.

INFORMATICONUIL. AI NS TESSERATI. ASSISTENZA, CONSULENZA. UIL SCUOLA: SINDACATO UTILE, SEMPRE DALLA TUA PARTE.

image001 

Vi informiamo che è stato pubblicato il bando di concorso INPSieme 2017 per  i soggiorni studio all’estero per i ragazzi delle scuole superiori, figli di dipendenti e di pensionati della pubblica amministrazione.
Vi ricordiamo che la domanda dovrà essere trasmessa a decorrere dalle ore 12.00 del giorno 16 febbraio 2017 e non oltre le ore 12.00 del giorno 16 marzo 2017.
Riteniamo che  ampliare la quantità e qualità di servizi per i nostri iscritti coincida con il concetto di  sindacato moderno  che intende mobilizzarsi a tutto tondo  verso le persone e le famiglie.
Una convenzione con l’agenzia ED E’ SUBITO VIAGGI ci consente di offrire alle famiglie degli iscritti una scelta  di qualità tra le  destinazioni  dei migliori  college, selezionati dall’agenzia  situati in Inghilterra, Scozia, Irlanda e Spagna sono visibili sul sito  subitoviaggiinps.it

Leggi tutto “INFORMATICONUIL. AI NS TESSERATI. ASSISTENZA, CONSULENZA. UIL SCUOLA: SINDACATO UTILE, SEMPRE DALLA TUA PARTE.”

Ribadito dal tribunale di Roma il diritto sancito dal CCNL scuola sulla mobilità del personale scolastico all’estero. E’ stato disapplicato il decreto MAECI sul blocco dei trasferimenti

28 LUGLIO 2016 

Ribadito dal tribunale di Roma il diritto sancito dal CCNL scuola sulla mobilità del personale scolastico all’estero. E’ stato disapplicato il decreto MAECI sul blocco dei trasferimenti

PERSONALE SCOLASTICO ALL’ESTERO 

DICHIARAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE PINO TURI E DEL RESP. DIPARTIMENTO ESTERO, ANGELO LUONGO 

Ha vinto il buon senso, la ragionevolezza e il rispetto della legge! Gli stessi giudici hanno contestato al Ministero degli esteri una palese violazione del CCNL scuola, ribadendo che la mobilità del personale non può essere sottratta alla contrattazione collettiva, che deve essere affidata alla negoziazione tra le parti. L’odierna sentenza del Tribunale del Lavoro di Roma ribadisce forte e chiaro che la mobilità del personale scolastico all’estero deve essere disciplinata dalle norme vigenti del CCNL scuola ( art. 108). Dopo il rifiuto del Maeci ad ogni forma di confronto e di contrattazione con le Organizzazioni sindacali della scuola, in merito all’applicazione delle norme previste dal CCNL scuola per i trasferimenti del personale scolastico all’estero, i Giudici del Tribunale di Roma hanno accolto le motivazioni dell’ Ufficio Legale della Uil Scuola a sostegno della richiesta di annullamento del blocco dei trasferimenti previsto dal decreto MAECI. E’ una ulteriore riprova dello stato di illegalità, di cui il personale della Scuola sta subendo le conseguenze in termini di diritti cancellati da atti unilaterali dell’amministrazione. Ci auguriamo che l’apertura registrata ieri in sede di confronto con il ministro della F.P. per la riapertura del CCNL nazionale, registri una accelerazione anche per l’effetto di questa ulteriore espressione della magistratura.

La lingua italiana strumento di integrazione in Italia e nel mondo: convegno Uil Scuola a Buenos Aires

INFORMATICONUIL
La lingua italiana strumento di integrazione in Italia e nel mondo: convegno Uil Scuola a Buenos Aires 
Legge 107 e scuole italiane all’estero: 
il sistema scolastico non si modifica per decreto 
Si apra in parlamento un dibattito serio e costruttivo per la riforma dei corsi di lingua e cultura italiana rivolti agli italiani all’estero
Inaccettabile una riforma senza confronto e senza un dibattito approfondito. Il sistema scolastico non si modifica per decreto – ha dichiarato Pino Turi, segretario generale Uil Scuola nelle conclusioni del Convegno Uil Scuola, che si è svolto nella scuola Cristoforo Colombo di Buenos Aires.
Le scuole italiane all’estero e la promozione della lingua e della cultura italiana nel mondo – ha detto Turi – meritano un processo riformatore, degli strumenti di diffusione nel mondo della nostra lingua e della nostra cultura, attesi da oltre mezzo secolo da decine di milioni di nostri connazionali. Processo che non può dare i risultati auspicati se si attua attraverso un provvedimento frutto di una legge sbagliata, che necessita di urgenti e radicali cambiamenti, per evitare il collasso irreversibile della nostra scuola.
Oggi – ha messo in chiaro Turi nella scuola italiana a Buenos Aires – la richiesta di insegnamento della lingua e della cultura italiana è sempre più di tipo altamente professionale, non è più soltanto problema assistenziale per i figli degli emigrati.
Restiamo l’unico paese al mondo che assegna la responsabilità delle attività scolastiche e culturali, di diffusione della lingua italiana, al ministero degli Esteri. Lo sviluppo della cultura e della lingua italiana rappresentano un’importante opportunità di sviluppo, anche economico, considerando il grande patrimonio artistico e culturale del nostro paese.
Si sente la necessità per una formazione in servizio di insegnanti di italiano come ‘Lingua 2’ sia per gli stranieri in Italia che per l’estero che non può ritenersi assolta solo con l’introduzione di una specifica classe di concorso.
Il nostro paese è soggetto a ondate immigratorie a cui è necessario rispondere con l’insegnamento della nostra lingua come strumento per l’integrazione nel nostro tessuto sociale.
Al Convegno di Buenos Aires, coordinato da Angelo Luongo, responsabile del Dipartimento Uil Scuola Estero, sono intervenuti, tra gli altri, il Console generale di Buenos Aires, Riccardo Smimmo, la direttrice dell’I.I.C. di Buenos Aires, Maria Mazza l’on. Fabio Porta, Presidente Comitato Italiani all’estero della Camera i rappresentanti delle associazioni italiane in Argentina.

Uil Scuola: sindacato moderno, pragmatico, progressista, utile……internazionale.             salvo mavica.segretario

 

SCUOLE ITALIANE ALL’ESTERO: Modalità di selezione e requisiti d’accesso per dirigente scolastico – LE DOMANDE ENTRO IL 30 GIUGNO

20 GIUGNO 2016

Modalità di selezione e requisiti d’accesso per dirigente scolastico

SCUOLE ITALIANE ALL’ESTERO
LE DOMANDE ENTRO IL 30 GIUGNO

AVVISO DEL MAECI PER LA SELEZIONE PER LA DESTINAZIONE ALL’ESTERO DEI DIRIGENTI SCOLASTICI PER L’A.S. 2016/17

Le domande corredate dal curriculum vitae devono pervenire entro il 30 giugno per posta certificata al Ministero degli affari esteri.
Per ogni ulteriore informazione rivolgersi a estero@uilscuola.it
L’avviso è disponibile anche sul sito:
http://www.esteri.it/mae/it/politica_estera/cultura/scuoleitalianeallestero/dirigentiscolastici.html

Approvato al Senato importante emendamento per le scuole all’estero

  10 Ottobre 2013

Approvato al Senato importante emendamento per le scuole all’estero

 DECRETO SU PUBBLICA AMMINISTRAZIONE (DL n. 101)

Delega al Governo per il riordino del nostro sistema scolastico all’estero fermo ad un regio decreto del 1940
Soppressione della norma che prevedeva supplenti con contratti locali

Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione dell’emendamento sulle  scuole italiane all’estero presentato dalla senatrice Francesca Puglisi (PD) e altri componenti al Senato  in sede di conversione in legge in Parlamento del decreto legge 101, che prevede  il riordino dell’intero sistema dell’istruzione scolastica e della diffusione della lingua e della cultura italiana all’estero, con il coordinamento dei ministeri dell’Istruzione e degli Esteri.
Tale emendamento rappresenta un passo decisivo per l’avvio di una riforma organica delle istituzioni scolastiche e culturali italiane  all’estero e costituire una vera e propria inversione di tendenza alla drammatica crisi in cui si trovano le nostre scuole all’estero, dopo i tagli del 40% degli organici dei previsti dalla spending review.
E’ quanto da anni chiede  al Parlamento la Uil scuola: un necessario processo riformatore di queste istituzioni strategicamente così importanti per il nostro paese, regolate ancora oggi ad un regio decreto del 1940.
Si tratta di rafforzare  l’immagine e la credibilità dell’Italia, tenuto conto dell’importanza, per la  nostra politica estera, degli strumenti di promozione e diffusione della lingua e della cultura italiana.
Giudichiamo positiva la soppressione dell’articolo che prevedeva  la possibilità, di assumere al posto dei supplenti, nelle scuole statali all’estero, personale docente con contratto locale, anche per materie di insegnamento previste dall’ordinamento scolastico italiano, che non avrebbe più garantito  alle scuole italiane all’estero il necessario raccordo agli ordinamenti delle  scuole statali in territorio nazionale.

Riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero: accesso all’insegnamento in Italia

20 Settembre 2013

Riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero

Accesso all’insegnamento in Italia

I livelli di competenza in italiano

Il 18 settembre si e’ svolto un incontro presso la direzione degli ordinamenti sul riconoscimento dei titoli conseguiti all’estero per l’accesso all’insegnamento in Italia e sulla circolare relativa alla conoscenza della lingua italiana necessaria all’esercizio della professione docente.

All’incontro ha partecipato Noemi Ranieri.

Il direttore  Palumbo ha informato della procedura di infrazione cui l’Italia e’ stata sottoposta dalla Comunita’ Europea, a seguito di una restrittiva applicazione del “diritto di stabilimento” per il quale ogni cittadino  dell’Unione ha diritto, una volta conseguito un titolo, a vederlo riconosciuto in ognuno degli altri  paesi alle stesse condizioni fissate dal Paese di conseguimento.

Ciò ha naturalmente valore anche per l’accesso all’insegnamento; il miur  nella procedura di accertamento ha applicato, dal 2006, anche l’accertamento indifferenziato sulla competenza della lingua italiana di livello C2 equivalente al livello madrelingua, ritenuto dalla Comunita’ troppo  gravoso.

La circolare in via di pubblicazione intende chiudere la procedura di infrazione, differenziando l’accertamento sul possesso dei titoli, che spetta al ministero centrale, dall’accertamanto delle competenze linguistiche, che spetta al  dirigente scolastico, una volta che il docente diventa destinatario di un contratto di assunzione, salvo la possibilità per il miur di predisporre misure compensative, qualora il richiedente non fosse in possesso di alcuna certificazione linguistica.

Per poter accedere all’incarico quindi il docente deve possedere i seguenti livelli di competenza in italiano:

  • scuola infanzia e discipline tecnico scientifiche livello C1;
  • scuola primaria e discipline umanistiche livello C2.

Per la UIL e’ positivo creare omogeneità tra l’ordinamento italiano e quello degli altri Paesi, che ha valore sia in entrata che in uscita.

Il fenomeno nel triennio 2011-2013 riguarda un totale di 378 decreti, con esito positivo, di cui 170 provenienti dalla Spagna, mentre le richieste presentate sono 1627, in crescita.

Per  la UIL, l’operazione di riallineamanto alla normativa europea e’ necessaria. Occorre evitare che vuoti legislativi, come quelli creati dal blocco delle SSIS e dal percorso ad ostacoli che caratterizza l’attuale sistema di abilitazione e reclutamento, TFA e concorsi, perpetuino situazioni improprie come il conseguimento dei titoli in Spagna, su cui vanno attivate adeguate azioni tra i due Governi.

 

DECRETO LEGGE DEL GOVERNO: i provvedimenti per le scuole italiane all’estero

  06 Settembre 2013

I provvedimenti per le scuole italiane all’estero

  DECRETO LEGGE DEL GOVERNO

E’ certamente un segnale positivo l’attenzione del Governo ai problemi della scuola all’estero, dopo i tagli del 40% degli organici dei docenti delle istituzioni scolastiche e culturali  italiane all’estero previsti dalla spending review. Esso raccoglie l’allarme lanciato dalla Uil scuola, che ha  negli ultimi mesi sollecitato il Parlamento ad avviare  il necessario processo riformatore di queste istituzioni strategicamente così importanti per il nostro paese, ed evitare una crisi irreversibile delle nostre più importanti scuole presenti nel mondo, con gravi conseguenze all’immagine e alla credibilità dell’Italia, tenuto conto dell’importanza, per la  nostra politica estera, degli strumenti di promozione e diffusione della lingua e della cultura italiana.

Tuttavia, lo  sblocco delle  nomine del personale all’estero, previsto dal decreto, pur con opportuni  miglioramenti in sede di conversione in legge che indichino criteri e priorità di intervento, rappresenta, a parere della Uil scuola, soltanto una soluzione tampone e ancora insufficiente, se non si pone mano al più presto, da parte del Parlamento, ad una organica riforma del settore, che sia in grado di garantire le risorse necessarie ad assicurare un futuro certo alle nostre scuole nel mondo.

Si esprime un giudizio fortemente critico, invece, sulla  possibilità, introdotta dal decreto, di assumere al posto dei supplenti, nelle scuole statali all’estero, personale docente con contratto locale, anche per materie di insegnamento previste dall’ordinamento scolastico italiano. 

Il Governo – mette in chiaro il segretario della Uil Scuola – non pensi ad interventi di modifica, per legge, delle norme contrattuali in vigore; non è attraverso forme di ulteriore precarizzazione che le nostre scuole nel mondo potranno essere in grado di garantire una offerta didattica di alta qualità e di adeguata  professionalità, a sostegno del nostro made in Italy.