Incontri al Miur : 2 luglio 2019 . Nomine in ruolo docenti./  


Nomine in ruolo su tutti i posti disponibili: risolvere le criticità dei docenti ammessi al terzo anno del FIT
L’informativa sulle immissioni in ruolo del personale docente per l’anno scolastico 2019/20 e, su richiesta dei sindacati, le informazioni in merito alle rettifiche ai trasferimenti del personale docente sono state al centro dell’incontro tra le organizzazioni sindacali e l’amministrazione, rappresentata dal Capo dipartimento dott.ssa Carmela Palumbo.
Per la UIL scuola hanno partecipato Pasquale Proietti e Mauro Panzieri.
 Nomine in ruolo docenti
L’amministrazione ha illustrato i contenuti di un documento relativo alle istruzioni operative utili per le nomine in ruolo.

Leggi tutto “Incontri al Miur : 2 luglio 2019 . Nomine in ruolo docenti./  “

AT DI CATANIA: Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre.

25 FEBBRAIO 2016

AT DI CATANIA: Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre.

Regolamento recante disposizioni per la razionalizzazione ed accorpamento delle classi di concorso a cattedre.
DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 14 febbraio 2016, n. 19

Collegamento al sito della Gazzetta Ufficiale della Repubblica

I chiarimenti del Miur sulle procedure del secondo ciclo di TFA

30 GENNAIO 2015

I chiarimenti del Miur sulle procedure del secondo ciclo di TFA

Lo scorrimento degli elenchi è possibile per il numero delle posizioni necessarie all’inserimento degli ammessi con riserva,  degli abilitati tramite Pas che, avendo superato la nuova  selezione per i  TFA concorrono solo per il miglioramento del punteggio, in quanto, come personale già abilitato non incide sul contingente previsto.
Il tirocinio  può essere effettuato nella scuola in cui si presta servizio, nelle modalità previste dal Dm 487/2014, nel caso di classi di concorso unificati questo va svolto sia nelle scuole secondarie di primo che di secondo grado.
Su richiesta della UIL scuola si chiarisce che i consigli di tirocinio e le istituzioni scolastiche  sono tenute a pianificare le attività tenendo conto delle esigenze professionali dei  corsisti.

TFA e Corsi di specializzazione sul sostegno

21 GENNAIO 2015

TFA e Corsi di specializzazione sul sostegno

RIUNIONE AL MIUR

Il giorno 21 gennaio 2015 si è svolto un incontro tra le organizzazione e i rappresentanti del Miur per fare il punto sullo stato di avanzamento del secondo ciclo di TFA e dei corsi di specializzazioni sul sostegno.
L’incontro è successivo all’emanazione dei relativi decreti, tutti i sindacati hanno lamentato la totale assenza di confronto sulla materia.
Nel merito, è stato fatto rilevare che nei decreti emanati non è chiaro come debbano essere gestite le situazioni in cui in una regione non siano state attivate le procedure di selezione.
In questi casi, per la redistribuzione del personale, per la UIL vanno definiti criteri a livello nazionale che tengano conto delle esigenze dei corsisti.
Per avere un quadro chiaro e aggiornato della situazione, è stato chiesto ai rappresentanti del Miur di effettuare un monitoraggio dei posti per verificare la corrispondenza tra i posti attribuiti ed i posti effettivamente attivati.
E’ stato chiesto, inoltre, che il Miur, attraverso una comunicazione ufficiale agli Uffici scolastici regionali, agevoli al massimo la fruizione da parte dei corsisti delle 150 ore per il diritto allo studio.

 

Graduatorie d’istituto II fascia personale docente

Nel corso dell’incontro la UIL ha sollecitato il Miur ad emanare in tempi brevi una nota per consentire l’inserimento in II fascia d’istituto ai docenti che abbiano conseguito il titolo abilitante successivamente al termine di scadenza per la presentazione delle domande, come esplicitamente previsto dal relativo decreto. Il Miur si è impegnato ad affrontare il problema in un incontro specifico.
Per la UIL scuola ha partecipato Pasquale Proietti.

 

TFA SECONDO CICLO: prorogata al 16 ottobre la domanda di partecipazione alle prove scritte

10 OTTOBRE 2014

Prorogata al 16 ottobre la domanda di partecipazione alle prove scritte

TFA SECONDO CICLO

OGGETTO: TFA secondo ciclo – domanda di partecipazione alle prove scritte. Proroga della scadenza.
Si comunica che la data del 10 ottobre 2014 (ore 16:00), fissata dalla nota 11020 del 1/10/2014 quale termine per la presentazione delle domande di partecipazione alle prove scritte, da parte dei candidati appartenenti alle classi di concorso non AFAM, viene prorogata fino alle ore 16:00 del 16 ottobre 2014.
Rimane invariato il periodo di presentazione delle domande per i candidati appartenenti alle classi di concorso AFAM, indicato nella nota suddetta: dal 10 ottobre 2014, fino al 16 ottobre 2014, ore 16:00.Il Direttore Generale
Maria Maddalena Novelli

AVVISO: domanda accredito prove scritte e orali TFA Ordinario

03 Ottobre 2014

AVVISO: domanda accredito prove scritte e orali TFA Ordinario

Da 1 al 10 ottobre le domande on line

TFA Ordinario | prove scritte e orali

Scadenza per lo svolgimento delle prove: 30 novembre

Il MIUR pubblica gli atti per lo svolgimento delle prove scritte e orali del secondo ciclo del TFA ordinario. Dal primo al 10 ottobre si potrà presentare domanda in modalità online sul sito www.cineca.it, con le stesse credenziali già utilizzate per la prova preselettiva.
 Al 30 novembre e’ fissata la scadenza per lo svolgimento delle prove.
 Successivamente le università apriranno le procedure per l’ iscrizione in sopranumero ai congelati Siss ed agli ammessi nelle graduatorie di merito del primo ciclo di TFA.
La Uil ha reiterato la sollecitazione al ministero di inserire anche gli esclusi dalle SSIS, meritevoli ma non inclusi nel numero degli ammessi. IL Miur ha dato riscontro negativo.
Il Decreto direttoriale e le due note di accompagnamento sono scaricabili dal sito del MIUR http://www.istruzione.it/ o al seguente link:

INFORMATICONUIL DEL 17.7.2014: interessanti News su ricorsi patrocinati dalla UILSCUOLA

NEWS. Informativa sindacale.

Per vostra opportuna conoscenza, in allegato si riporta il report relativo all’udienza presso il TAR Lazio del ricorso che l’Ufficio legale della UILSCUOLA ha patrocinato, insieme ad altri sindacati di settore, avverso l’attribuzione del punteggio differenziato, per tipologie di personale abilitato.

Nel resoconto allegato, oltre ad altri argomenti, sempre relativi alla GAE, discussi in udienza al TAR, si riporta un interessante orientamento del Consiglio di Stato che, a seguito di Sentenze dei Tribunali (molte patrocinate dalla UIL Scuola), ove ritiene possibile il reinserimento nelle GAE del personale che era stato depennato a causa della mancata presentazione dell’istanza di aggiornamento.

( report Avv. Domenico Naso)

1)Discussione Camera di Consiglio al Tar ricorso punteggio PAS/TFA

“””Oggi abbiamo discusso al Tar il ricorso presentato a firma delle diverse OO.SS.; come di consueto il MIUR non ha depositato nessuna memoria difensiva e né tanto meno l’avvocatura Generale dello Stato.

Il Presidente della sezione, terza bis, che tratta il ricorso ha già preannunciato che farà una Ordinanza istruttoria al fine di chiedere dei chiarimenti al MIUR in merito alle contestazioni sollevate nel ricorso.

L’Ordinanza dovrebbe essere depositata lunedì 21 luglio, p.v.,  

Il ricorso presentato dai singoli ricorrenti è stato fissato per la data del 4 agosto 2014. “””

2) RICORSI INSERIMENTO NELLA 3^ FASCIA GRADUATORIE PROVINCIALI DA ABILITATI PAS/TFA

“””Oggi al Tar sono stati discussi anche numerosi ricorsi per l’inserimento in 3^ fascia delle GAE da parte degli abilitati/abilitandi PAS e TFA, i quali chiedono l’inserimento anche nella 3 fascia delle graduatorie ad esaurimento provinciali.

Anche in questo caso il Tar ha richiesto al MIUR una relazione scritta su quanto denunciato in ricorso.

L’eventuale accoglimento del ricorso, ovviamente, creerebbe una ripercussione sulla valutazione dei due diversi titoli anche nelle graduatorie di 3 ^ fascia provinciali. “”””” 

3) ( Ri)Inserimento nelle graduatorie provinciali.

“””Infine, altra questione di rilievo, il Consiglio di Stato ha stabilito che è possibile il “rinserimento” nelle graduatorie provinciali anche a favore di chi era stato in precedenza depennato a seguito della mancata presentazione della domanda di aggiornamento nella precedente procedura. Dopo diverse sentenze favorevoli dei Tribunali del Lavoro anche il Consiglio di Stato ha espresso lo stesso orientamento. “””

By segreteria territoriale UIL SCUOLA Catania

salvo mavica, segretario generale.

Invito al tesseramento alla UILSCUOLA, “sindacato utile: vicini al sentire del personale scolastico, capacità di rappresentanza delle persone e dei loro bisogni””

Organico di fatto personale docente e ATA e secondo ciclo TFA ordinario

  10 Luglio 2014

Organico di fatto personale docente e ATA e secondo ciclo TFA ordinario

  Il report della riunione al ministero

Il giorno 10 luglio 2014 si è svolto un incontro tra i rappresentanti del Miur e le organizzazioni sindacali su aspetti relativi all’organico di fatto per l’anno scolastico 2014/15 e sul secondo corso del TFA. Per la Uil scuola hanno partecipato Ranieri e Proietti.

Organico di fatto

Il Miur ha presentato una bozza di circolare che sostanzialmente ricalca quella dell’anno precedente.
Una novità riguarda le procedure. Quest’anno la procedura è stata ancora aggiornata e consentirà di acquisire on line, per la scuola dell’infanzia e primaria, oltre che le domande di utilizzo, anche gli allegati, nonché la presentazione delle domande on line di utilizzo e di assegnazione provvisoria, con relativa documentazione, anche per la scuola secondaria di I e di II grado.
Per la scuola primaria è stato ulteriormente chiarito che le economie derivanti dal passaggio dalle 30 alle 27 ore settimanali, per effetto della riforma, relative alle classi IV e V sono riassegnate nell’organico della scuola primaria.
La Uil ha chiesto che le scuole nella formazione delle classi devono rispettare i parametri previsti dal DPR 81/09 e, indipendentemente dai limiti previsti nell’organico di diritto, le scuole devono essere messe in grado di funzionare subito, alla ripresa del nuovo anno scolastico.
Per quanto riguarda il personale ATA, la Uil ha chiesto che nella circolare venga prevista una deroga per i collaboratori scolastici nelle situazioni in cui le esternalizzazioni dei servizi e l’uso di ditte rendano impossibile la sorveglianza e la vigilanza sugli alunni.
Ha chiesto, inoltre, un incremento di posti in presenza di una forte concentrazione nella stessa scuola di personale inidoneo al servizio.
Il prossimo incontro è previsto per martedì 15 luglio prossimo.

Secondo ciclo TFA ordinario

Nello stesso incontro il Miur ha fornito un’informativa sul secondo ciclo di TFA ordinario. Le domande presentate sono 136.949. Le prove preselettive saranno svolte in 153 scuole che potranno ottenere dalle università un contributo per l’uso dei locali e per il personale impegnato nella vigilanza alle prove preselettive.
Il Miur ha fornito al CINECA l’indicazione ad ammettere tutti i richiedenti a queste prove e rinviare ad una fase successiva la verifica sul possesso dei requisiti.
Non si hanno certezze sull’avvio dei nuovi corsi di specializzazione sul sostegno, mentre risultano avviati in nove regioni i corsi di sostegno per i soprannumerari.
Ancora senza risposta la questione posta dalla Uil per l’ammissione ai TFA degli idonei SSIS.

 

TFA : i chiarimenti nel decreto del ministero

   25 Giugno 2014

Test preliminare e svolgimento dei corsi

  TFA : i chiarimenti nel decreto del ministero

Il Miur chiarisce con un decreto le modalità di svolgimento delle prove preliminari per l’ammissione ai nuovi TFA e interviene inoltre sullo svolgimento dei corsi per gli insegnamenti linguistici non ancora coperti da classi di concorso (cinese, giapponese, arabo, neogreco ecc.).

Graduatorie istituto personale docente: iscrizione con riserva in II fascia per chi si abilita entro il 31 luglio

   07 Giugno 2014

Iscrizione con riserva in II fascia per chi si abilita entro il 31 luglio

   Graduatorie istituto personale docente

   Il decreto recepisce quanto sostenuto e richiesto dalla UIL

Il Miur ha emanato il decreto n. 375 attraverso il quale dà la possibilità a coloro i quali si abiliteranno entro il 31 luglio 2014 di iscriversi con riserva nella seconda fascia delle graduatorie di istituto.

PAS: garantire l’accesso alle graduatorie di istituto anche quando le università concludono i percorsi dopo il 23 giugno

   06 Giugno 2014

PAS: garantire l’accesso alle graduatorie anche quando le università concludono i percorsi dopo il 23 giugno

   Graduatorie di istituto

Inviata una lettera al ministero per consentire ai corsisti l’inserimento con riserva nella graduatoria.

 

Idonei concorso docenti 2012 e TFA ordinari: informativa MIUR alle organizzazioni sindacali

   23 Maggio 2014

UIL: soluzioni frammentate insufficienti

  Idonei concorso docenti 2012 e TFA ordinari: informativa MIUR alle organizzazioni sindacali

  Formazione di ingresso, reclutamento e precariato vanno affrontate in un quadro unico di riferimento.

Il  ministero ha presentato alle organizzazioni sindacali la bozza di un atto amministrativo in base al quale, a partire dall’anno scolastico 2014-2015, sarà possibile individuare tra i destinatari dei contratti a tempo indeterminato anche docenti inseriti  negli elenchi degli idonei, non rientratati finora tra i vincitori del concorso bandito con decreto 82/ 2012. L’operazione e’ consentita solo in subordine ai vincitori, tramite il regolare scorrimento delle graduatorie. L’abilitazione continuerà ad essere riconosciuta solo a chi sarà effettivamente assunto.
Per la UIL si continua ad operare con  interventi frammentari che alimentano interessi contrastanti confusi, in risposta a pressioni diversificate.
Ciò di cui c’ e’ bisogno e’ un sistema capace di comporre interessi diversi, risolvere i problemi del precariato, della formazione e del reclutamento, creando al contempo condizioni per il migliore funzionamento delle scuole.
A margine dell’incontro l’amministrazione ha informato che il decreto direttoriale che rende operative le procedure per l’iscrizione alle prove selettive dei TFA  ordinari  e’ in dirittura di arrivo. Ha confermato la indisponibilità a prolungare i termini per l’acquisizioni delle istanze che saranno gestite tramite la piattaforma del Cineca; ogni regione avrà una università tesoriera  che gestirà le quote versate dai candidati per accedere alla selezione: l’equivalente di 50 euro per ciascuna classe di concorso , mentre per gli  accorpamenti si prevedono 50 euro per ciascuna delle classi  afferenti,  per un tetto massimo  di 150  euro. La procedura deve essere seguita da tutti i candidati ad eccezione degli ammessi in soprannumero, che non devono ripetere la selezione, per i quali  un successivo decreto fornirà i chiarimenti per l’inserimento. Il decreto alla firma riporterà anche l’elenco delle università autorizzate.
E’ infine in via di elaborazione il decreto per la nomina di esperti  che dovranno predisporre le batterie di domande per i test preselettivi.
Per la UIL ha partecipato Noemi Ranieri.

 

TFA Ordinario secondo ciclo: le domande entro il 16 giugno

  20 Maggio 2014

TFA Ordinario

  Secondo ciclo

  Le domande entro il 16 giugno

Il decreto del MIUR sul secondo ciclo di TFA ordinario in via di pubblicazione sulla Gazzetta  Ufficiale apre le procedure per acquisire le abilitazioni all’insegnamento per la scuola secondaria di primo e secondo grado.  I posti complessivamente disponibili per questa tipologia sono 22.450.
Sono inoltre disponibili 6.630 posti per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità, riservati a chi è già in possesso di abilitazione, compresi i diplomati entro il 2002 degli ex istituti e delle scuole magistrali, o la consegue entro il 31 agosto 2014.
Una volta conseguita l’abilitazione, in attesa dell’inserimento in seconda fascia d’istituto, riservata agli abilitati, questi hanno la precedenza assoluta per il conferimento di quelle di terza fascia delle graduatorie di istituto. Il termine ultimo di presentazione della domanda di partecipazione è fissato al 16 giugno 2014.

TFA ORDINARIO E GRADUATORIE D’ISTITUTO: ancora un incontro inutile ed inconcludente

   08 Maggio 2014

Ancora un incontro inutile ed inconcludente

   TFA ORDINARIO E GRADUATORIE D’ISTITUTO

Dopo l’inconcludente incontro del 7 maggio il ministero convoca di nuovo i sindacati. I decreti dati come firmati, vengono ripresentati come ancora provvisori, ma assolutamente ‘blindati’ nei fatti. Cambia il metodo ma vengono confermate le scelte, facendo venir meno trasparenza e correttezza del confronto.

Restano confermate tutte le critiche già espresse sia sull’avvio dei nuovi percorsi TFA e sostegno, sia per le supplenze d’istituto, in particolare sull’attribuzione di punteggi differenziati per le diverse abilitazioni, riconosciute semplicemente come tali dalla norma che ne prevede il semplice possesso.

La UIL avrebbe preferito un proficuo confronto per arrivare ad una saggia azione amministrativa, ritenendo che vi siano vizi di legittimità, sta verificando, congiuntamente con gli altri sindacati, in sede legale le modalità di impugnativa degli atti.

Riteniamo necessaria una mobilitazione da mettere in atto congiuntamente con gli altri sindacati e con il coinvolgimento di tutti gli interessati.

 

Tfa e graduatorie: “Così si alimentano nuove tensioni tra i precari”

   07 Maggio 2014

Tfa e graduatorie: “Così si alimentano nuove tensioni tra i precari”

TFA: con un ulteriore bando a rischio un nuovo sistema di reclutamento snello e aperto ai giovani così come prospettato dallo stesso Ministro. Al contrario si alimenta nuovo precariato. GRADUATORIE: immotivata e ingiusta la differenziazione del punteggio tra le abilitazioni.

Alla riunione di oggi il Miur si presenta senza documenti e dati chiari necessari per importanti decisioni che coinvolgono il futuro di migliaia di persone. Così – replica con fermezza la Uil Scuola – è a rischio il nuovo sistema di reclutamento snello e aperto ai giovani, così come prospettato dallo stesso Ministro nell’incontro del 23 aprile. E’ un no netto quello della Uil Scuola in merito all’ipotesi di un nuovo Tfa: occorre mettere fine alla tassa sul precariato e attivare un nuovo sistema che metta insieme formazione iniziale, reclutamento, tirocinio presso le scuole. Contrarietà netta poi sulla valutazione differenziata delle abilitazioni, che crea – mette in evidenza il segretario generale della Uil scuola, Massimo Di Menna – una immotivata e ingiusta disparità tra le abilitazioni. Con questi provvedimenti si ferma, di fatto, il nuovo meccanismo di reclutamento ipotizzato dallo stesso ministro e si alimenta nuovo precariato.

Riportiamo qui di seguito il dettaglio dei temi affrontati oggi pomeriggio nella riunione al ministero. Per la Uil Scuola hanno partecipato Pasquale Proietti e Noemi Ranieri.

1. TFA ordinario

Già a partire dalla metà di maggio potranno essere presentate domande per l’accesso ai corsi tramite prove preselettive, che, sempre ad avviso del Miur dovrebbero svolgersi nella seconda metà luglio. I posti ammontano complessivamente a 29.080 di cui 22.450 per i percorsi ordinari e 6.630 per il sostegno. L’assenza di ogni documentazione e l’approssimazione dell’informativa, la contestabile utilità della procedura, in contrasto tra l’altro con quanto sostenuto dallo stesso Ministro nell’incontro del 23 aprile non ha consentito una serena discussione. Dopo ben due bandi, non sono ancora stati attivati i corsi rivolti al personale in esubero. Grave risulta la volontà di escludere dalle abilitazioni tutti gli ITP e gli insegnanti di strumento musicale, a fronte di una disponibilità di posti.

2. Graduatorie di istituto

Facendo marcia indietro rispetto alle interlocuzioni precedenti l’amministrazione ha comunicato la volontà di non inserire con riserva, in seconda fascia di istituto, quella degli abilitati, il personale che sta frequentando o ha diritto a frequentare i PAS, ma di prevedere l’inserimento – man mano che si acquisisce l’abilitazione – senza attendere il bando triennale. Ha comunicato inoltre l’orientamento a riconoscere un punteggio agli abilitati TFA, differenziato e aggiuntivo. La UIL scuola ribadisce la propria contrarietà ad una tale differenziazione.

La Uil Scuola, ritenendo possano esserci problemi di illegittimità nella formulazione del decreto, ha dato mandato al proprio ufficio legale per una eventuale impugnativa.

Su questi aspetti assumerà, insieme alle altre organizzazioni sindacali, iniziative di mobilitazione che coinvolgeranno tutti coloro che risultano danneggiati dal provvedimento.