GRADUATORIE INTERNE DI ISTITUTO – ONLINE LA NUOVA PIATTAFORMA UIL SCUOLA RUA

È online la piattaforma della Federazione Uil Scuola Rua dedicata alle Graduatorie interne di istituto del personale docente e ATA di ruolo.

La piattaforma è suddivisa in 7 aree tematiche:

1) Guida alla compilazione, sezione rivolta al personale docente e alle segreterie scolastiche;
2) CCNI e O.M., sezione in cui si può scaricare il Contratto e l’ordinanza ministeriale sulla mobilità
3) Allegati, che rappresentano le autodichiarazioni da presentare alla segreteria della propria scuola per la convalida del punteggio.
4) Modelli editabili, per i docenti e gli ATA dichiarati perdenti posto che dovranno compilare la domanda in modalità cartacea una volta individuati perdenti posto;
5) Calcola il punteggio, un file in formato excel che permette al personale docente e ATA un veloce calcolo del punteggio complessivo. Lo strumento è utile anche alle segreterie scolastiche
6) Autodichiarazione punteggio, i modelli in cui il personale docente e ATA devono dichiarare i servizi e ii titoli posseduti.

7) le nostre FAQ

 Clicca qui

https://uilscuolanazionale.wixsite.com/gradint

 

Aggiornamento Graduatorie ad Esaurimento 2024/25 – 2025/26 – LA NOSTRA SCHEDA.

Presentazione domande dal 1° al 15 marzo 2024. Nella nostra scheda facciamo chiarezza sulle tempistiche, sui posti riservati, sui titoli di preferenza e sulle operazioni possibili.

➡️ Nel link, oltre alla nostra scheda, il decreto ministeriale e gli allegati relativi alla valutazione dei titoli e dei servizi.

Aggiornamento Graduatorie ad Esaurimento 2024/25 – 2025/26 – LA NOSTRA SCHEDA

Formazione professionale, firmato il nuovo contratto. D’Aprile (Uil Scuola Rua): “Finalmente dopo 10 anni di attesa”

Giuseppe D’Aprile – 

E’ stato firmato il rinnovo del Contratto 2024-27 del settore della Formazione Professionale dopo dieci anni di attesa. “Un percorso lungo e difficile”, ha detto all’Adnkronos Giuseppe D’Aprile, segretario generale Uil Scuola Rua sottolineando che è stata “portata a termine una delle rivendicazioni del nostro Congresso”.

Questa è la testimonianza che quando i contratti sono migliorativi rispetto ai precedenti si sottoscrivono. Un percorso lungo, complicato e gravoso ma responsabile, anche considerando le difficili, ed in alcuni casi insostenibili, situazioni in cui versa la formazione professionale. – continua D’Aprile – Dopo una trattativa lunga è stato sottoscritto definitivamente il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro (Ccnl) per il periodo 2024-27 nel settore della Formazione Professionale. Un passo importante che ha richiesto dieci anni di attesa“.

Leggi tutto “Formazione professionale, firmato il nuovo contratto. D’Aprile (Uil Scuola Rua): “Finalmente dopo 10 anni di attesa””

Prova scritta : UNICA CONVOCAZIONE per tutte le classi di concorso /posti di insegnamento per la quale è stata presentata domanda. Lo stesso vale per la scuola secondaria: indipendentemente dal numero di classi di concorso richiesto + eventuale sostegno, si riceve una sola convocazione, perché la prova scritta è UNICA.

 

Quali documenti portare? un documento di riconoscimento in corso di validità e il codice fiscale

Quale documento portare a scuola dopo la prova? Nel caso del docente che usufruisce del permesso specifico per concorso, è necessario farsi rilasciare documentazione relativa alla presenza durante la prova. Se invece il docente ha richiesto un permesso per motivi personali, sarà sufficiente l’autocertificazione. Quale permesso richiedere

Nel documento del Ministero non è menzionata la ricevuta del pagamento effettuato, in quanto in questa procedura la domanda poteva essere inviata solo se si allegava la ricevuta. E quindi tutte le domande presentate hanno già la ricevuta “incorporata”.

Dove si svolge la prova? La prova scritta si svolge nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali. Può capitare che anche chi ha presentato domanda per la regione in cui vive, sia destinato in una sede che si trova in provincia diversa dal proprio domicilio.

Il Ministero ha spiegato come venire a conoscenza della sede in cui si è stati assegnati in Avviso Ministero indicazioni prova scritta infanzia e primaria – Avviso Ministero prova scritta secondaria . L’elenco delle sedi d’esame, con la loro esatta ubicazione e con l’indicazione della destinazione dei candidati, è comunicato dagli Uffici scolastici regionali presso i quali si svolgono le prove almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle prove stesse. Non si riceverà una mail

Si riceve una sola convocazione per infanzia /primaria /sostegno infanzia/sostegno primaria.

N.B. I candidati dovranno recarsi presso la sede, il giorno, e l’ora indicati nella lettera di convocazione presente in area riservata della Piattaforma “Concorsi e Procedure selettive” (vedi a pie’ pagina video guida per visualizzazione convocazione). Le aule indicate negli Avvisi sono le cosiddette Aule TAR, riservate agli aspiranti eventualmente ammessi con provvedimento del giudice e che quindi non hanno presentato la domanda telematica.

Avviso-candidati-concorso-scuola-secondaria-di-I-e-II-grado

Leggi tutto “Prova scritta : UNICA CONVOCAZIONE per tutte le classi di concorso /posti di insegnamento per la quale è stata presentata domanda. Lo stesso vale per la scuola secondaria: indipendentemente dal numero di classi di concorso richiesto + eventuale sostegno, si riceve una sola convocazione, perché la prova scritta è UNICA.”

MAGGIORAZIONE RIA – La sentenza che riconosce altro diritto negato.

Chi riguarda?

Lavoratrici e lavoratori dei Ministeri che hanno maturato almeno 5 anni di anzianità entro il 31.12.1993, sia coloro che hanno fatto ricorso a suo tempo, sia coloro che non l’hanno fatto (in questo caso i requisiti sono maturazione di 5, 10, 20 anni di anzianità nel biennio 91/93).

Lavoratrici e lavoratori degli ex enti pubblici non economici che avevano acquisito esperienza professionale permanendo nella stessa qualifica per un periodo non inferiore a 6 anni, quattro per la IX qualifica, alla data del 1 luglio 1988 o al maturare della stessa anzianità minima nell’arco della vigenza contrattuale.

a proposito di diritti negati ovvero allorchè il MIM fa cassa oltre che togliere agli uni per dare ad altri.

Comunicazione ufficio legale Uil Scuola: SENTENZA favorevole del TRIBUNALE DI ROMA –  a favore di A.A. a percepire la   2^ POSIZIONE ECONOMICA.

Il Tribunale di Roma riconosce il diritto della ricorrente – rappresentata e difesa dall’Avv. Domenico Naso – a percepire l’importo della 2’ posizione economica con condanna per il MIM a pagare l’importo di euro 21.600,00 alla lavoratrice oltre le spese processuali.

PQM

 dichiara il diritto della ricorrente a percepire il beneficio economico annuo previsto in riferimento alla seconda posizione economica ATA – Area B acquisita ai sensi dell’art.50 CCNL 2006/2009 del Comparto Scuola, con decorrenza 01.09.2011 e per l’effetto condanna il Ministero dell’Istruzione e del Merito al pagamento in favore della ricorrente medesima della somma complessiva di € 21.600,00, oltre interessi legali dalla maturazione fino alla data di effettivo soddisfo…

Mobilità 2024-25. La scheda tecnica della Federazione UIL Scuola RUA.

Il Ministro dell’Istruzione e del Merito ha sottoscritto l’ordinanza relativa alla mobilità del personale scolastico per il periodo 2024-25.

Il personale potrà presentare le domande nei seguenti termini:

– Il personale docente può presentare le domande dal 26 febbraio al 16 marzo 2024.

– Il personale ATA può presentare le domande dall’8 marzo al 25 marzo 2024.

– Il personale educativo può presentare le domande dal 28 febbraio al 19 marzo 2024.

EVIDENZIAMO che il tema della mobilità costituisce una delle ragioni per le quali la Federazione Uil Scuola Rua ha deciso di non sottoscrivere, né il Contratto Integrativo sulla mobilità del 2022, né il rinnovo della parte normativa del CCNL 2019-21.

A breve ulteriori dettagli ed informazioni sulla mobilità 2024-25 attraverso l’aggiornamento della nostra piattaforma dedicata.

In allegato

– La nostra Scheda tecnica. allegati che contengono le autodichiarazioni del personale docente (aggiornate ai contenuti della Ordinanza Ministeriale)– Il CCNI mobilità del 18 maggio 2022.– L’Accordo di integrazioni e modifiche al CCNI mobilità del 18 maggio 2022 (non sottoscritto dalla Federazione UIL Scuola RUA).– L’Ordinanza Ministeriale del 23 febbraio 2024-

Leggi tutto “Mobilità 2024-25. La scheda tecnica della Federazione UIL Scuola RUA.”

LA MAPPA DELLA PRECARIETÀ A SCUOLA – IL DOSSIER UIL SCUOLA RUA

TAB-analisi-supplenti-2015.2023

  • In otto anni raddoppiate le persone che lavorano con contratti a tempo determinato.

Docenti, sostegno, personale Ata: l’analisi statistica dei dati dal 2015 al 2023
mostra una crescita costante del lavoro precario che passa dal 12% al 24% del totale.
Le tornate concorsuali distribuite negli anni non sono servite a rendere stabile il lavoro che si fa a scuola: tra gli insegnanti uno su quattro è precario. Nel personale Ata uno su cinque.

Sono raddoppiati in otto anni, passando dal 12% del 2015 al 24% del totale nel 2023, gli insegnanti precari della scuola italiana. Una crescita costante, che ha attraversato governi e maggioranze diverse, da valutare, in media, quasi due punti percentuali ogni anno scolastico, arrivando al dato attuale di 234.576 insegnanti precari su un totale di 943.68 docenti in servizio.

Non fa eccezione il personale Ata: uno su cinque è precario. Secondo il dato di analisi relativo al 2023, il 21,64% del personale ha un contratto a tempo determinato. Otto anni fa la percentuale era del 12,75%.

Sono alcuni dei dati contenuti nel Dossier Uil Scuola Rua che mette in relazione i dati sul personale a tempo determinato e il totale del personale nelle scuole, nell’arco temporale che va dal 2015 al 2023.

Le situazioni politiche da affrontare prima di qualsiasi soluzione tecnica dovranno necessariamente scaturire dalla presa d’atto che il sistema di reclutamento – comprese le numerose procedure concorsuali – e le politiche di investimento nei riguardi del precariato, attuate finora, sono state fallimentari – osserva il Segretario generale della Uil Scuola Rua, Giuseppe D’Aprile.

Lo dicono i numeri – ribadisce D’Aprile commentando i dati del dossier – con i quali la politica deve smettere di giocare nel rispetto delle persone – i precari – che vivono una quotidianità fatta di disorientamento senza alcuna certezza per il proprio futuro.

Leggi tutto “LA MAPPA DELLA PRECARIETÀ A SCUOLA – IL DOSSIER UIL SCUOLA RUA”

BANDO TERZA FASCIA ATA, IL DOSSIER DELLA UIL SCUOLA RUA

Il  dossier, in allegato,  è rivolto a tutti i candidati che aspirano a ricoprire supplenze nei ruoli del personale ATA (amministrativi, tecnici, ausiliari). Il nostro obiettivo è fornire uno strumento utile all’individuazione della provincia in cui inoltrare le istanze di inserimento nelle graduatorie di circolo ed istituto in previsione del prossimo aggiornamento.

Di seguito sono riportati:

  1. il numero delle domande presentate per il triennio 2021 – 2023, il numero delle supplenze assegnate a livello provinciale (2022-23) e le relative percentuali di nomina;
  2. il confronto tra le domande presentate e le supplenze conferite nell’anno scolastico 2022 – 2023;
  3. i punteggi relativi all’assegnazione incarichi anno scolastico 2023 – 2024, distinti per profili e provincia.

leggi dossier in allegato:

Leggi tutto “BANDO TERZA FASCIA ATA, IL DOSSIER DELLA UIL SCUOLA RUA”

Dossier dedicato alla Terza Fascia a cura della Uil Scuola Rua.

 

 

 

https://www.youtube.com/live/z26d-U5wXKU?si=XPXWSren4-5N1WpA

📍SAVE THE DATE – Domani alle 15:00, Pasquale Raimondo (Uil Scuola Rua) in diretta su Orizzonte Scuola.

🔵 Terza Fascia ATA – Dove fare la domanda. Prospetto dei punteggi per province.

➡️ Durante la diretta, Raimondo presenterà il nuovo dossier dedicato alla Terza Fascia a cura della Uil Scuola Rua.

🎥 La diretta e’ trasmessa sulla pagina Facebook di Orizzonte Scuola e sulla pagina Facebook della Uil Scuola Rua

Compensi commissari concorsi docenti e dirigenti; Commissione ATA 24 mesi e correzione automatizzata Concorsi PNRR. Decreto MIM-MEF.

Spiccioli o mancette? ecco spiegato il perchè gli attuali governanti si sono messi di traverso rigettando le proposte del “”salario minimo””

Leggete, leggete l’ordinanza. Buona lettura e spero che non vi arrovellate ancor più di noi. Si potevano benissimo stabilizzare 200.000 precari, già in servizio da oltre tre annulità, 780 euro di media cadauno aggiuntive, ovvero spiccioli in confronto ai costi da affrontare, sicuramente incrementando il debito pubblico, per questi farraginosi concorsi.  Parlano di merito. Il merito? scaturisce dalle risposte a quiz ovvero dalla verifica della capacità di stare in cattedra, di tenere una classe, di elergire conoscenza e scienza? Carneade, chi era costui?

Compenso base 1. Ai componenti delle commissioni esaminatrici di cui all’articolo 1, viene corrisposto un compenso base, al netto degli oneri a carico dello Stato (lordo dipendente), così determinato: a) euro 1.600,00 per ciascun componente delle commissioni esaminatrici di concorsi per il reclutamento del seguente personale: docente della scuola dell’infanzia e primaria; docente diplomato degli istituti secondari di secondo grado; personale A.T.A. appartenente al profilo di area B o categorie equiparate; b) euro 1.800,00 per ciascun componente delle commissioni esaminatrici di concorsi per il reclutamento del seguente personale: docente laureato degli istituti secondari di secondo grado; docente di istituti secondari di primo grado; personale A.T.A appartenente ai profili di area C e D o categorie equiparate; c) euro 2.000,00 per ciascun componente delle commissioni esaminatrici di concorsi relativi al reclutamento dei dirigenti scolastici. 2. I compensi di cui al comma 1 del presente articolo sono aumentati del dieci per cento per i presidenti delle commissioni esaminatrici e ridotti della stessa percentuale per i segretari delle commissioni stesse. 3. Ai membri aggiunti aggregati alle commissioni esaminatrici, è dovuto il compenso di cui al comma 1, ridotto del cinquanta per cento.

attechments:m_pi.AOOGABMI.Registro Decreti(R).0000008.19-01-2024

Concorsi docenti scuola di I e II grado: prove scritte. Istruzioni operative. Nota MIM.

 La prova scritta si svolge nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate da codesti uffici e rese note ai candidati almeno quindici giorni prima della data di svolgimento delle rispettive prove.
In una stessa giornata, nella stessa aula, si potrebbero svolgere due differenti turni, uno nella mattinata, dalle 9:00 alle 10:40, ed uno nel pomeriggio, dalle 14,30 alle 16:10, convenzionalmente definiti “turno mattutino” e “turno pomeridiano”.

Concorso per titoli ed esami per l’accesso ai ruoli del personale docente della scuola secondaria di primo e di secondo grado su posto comune e di sostegno, di cui al Decreto ministeriale 26 ottobre 2023, n. 205, e al Decreto direttoriale n. 2575 del 6 dicembre 2023 – Indicazioni relative allo svolgimento della prova scritta computerizzata.

Istruzioni-per-USR-concorso-secondaria_DEF-signed1

Elenchi pensionandi 01/09/2024. Città metropolitana di Catania. Nota informativa USR.Uff.VII. A.T.Catania

attachments:   Cessazioni 01-09-2024

N.53 Assistenti amministrativi, n.16 assistenti tecnici, n.1 CO, n.142 Coll.Scolastici, n.7 DM.

N.48 INFANZIA. N. 184 PRIMARIA. N. 93 SECONDARIA PRIMO GRADO, SOST. E TEMPO NORMALE.                                     N. 200 SECONDARIA DI SECONDO GRADO, T.NORMALE E SOSTEGNO.

 

Trasformazione del rapporto da tempo pieno a tempo parziale o rientro a tempo pieno del personale docente ed A.T.A. – anno scolastico 2024/2025

Scadenza delle domande per la trasformazione del rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale o rientro a tempo pieno del personale docente ed A.T.A. è il 15 marzo 2024.

Si ricorda che il contratto di part-time è di durata minima biennale e che, in assenza di revoca da parte dell’interessato, si intende automaticamente prorogato di anno in anno.

in allegato la nota USR e fac simile modulistica.

Leggi tutto “Trasformazione del rapporto da tempo pieno a tempo parziale o rientro a tempo pieno del personale docente ed A.T.A. – anno scolastico 2024/2025”

Pensioni: messaggio INPS su applicazione IRPEF 2024

Roma, 22/02/2024 Circ. 4/2024 .

Il Messaggio dell’INPS del 20 febbraio 2024 ha chiarito che le nuove norme IRPEF valide per il 2024, approvate nel D.lgs. 216/2023, saranno applicate sulle pensioni e sulle prestazioni di accompagnamento a pensione assoggettate alla tassazione ordinaria ai fini IRPEF a partire da marzo 2023. Ricordiamo che il D.lgs. 216/2023 ha ridotto le aliquote IRPEF da 4 a 3, determinando l’applicazione dell’aliquota al 23% fino ai 28.000 euro, del 35% dai 28.000 fino ai 50.000 euro, del 43% oltre i 50.000 euro. Nel cedolino di marzo saranno presenti, inoltre, i conguagli relativi alle mensilità di gennaio e febbraio, ovvero saranno erogate le differenze derivanti dalle nuove aliquote IRPEF che non sono state accreditate in questi due mesi. Inoltre, viene assicurata la corresponsione del trattamento integrativo ai soggetti titolari di prestazioni di natura riconducibile al reddito da lavoro dipendente, come Ape Sociale, le prestazioni di accompagnamento all’esodo, le pensioni integrative, le pensioni complementari. Infine, l’adeguamento dell’IRPEF ha effetto anche sugli assegni straordinari del credito ordinario e cooperativo da corrispondere ai lavoratori in esodo. La Segretaria Confederale Vera Buonomo

CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA SU POSTO COMUNE E DI SOSTEGNO, CONVOCAZIONE PER LA PROVA SCRITTA

CONCORSO PER TITOLI ED ESAMI PER L’ACCESSO AI RUOLI DEL PERSONALE DOCENTE DELLA SCUOLA DELL’INFANZIA E PRIMARIA SU POSTO COMUNE E DI SOSTEGNO, AI SENSI DEL D.M. 26 OTTOBRE 2023, N. 206 E DEL D.D. N. 2576 DEL 6 DICEMBRE 2023
CONVOCAZIONE PER LA PROVA SCRITTA.

Il candidato, dal Portale Unico del reclutamento, potrà accedere tramite il link https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/sso/login?goto=http://concorsi.istruzione.it/piattaforma-concorsiweb/ all’area “Graduatorie” della Piattaforma “Concorsi e Procedure selettive” , con le modalità di accesso descritte all’articolo 10, comma 3, del bando di concorso, e, scegliendo il concorso di interesse, visualizzare/salvare il documento relativo alla propria convocazione. Detto avviso ha valore di notifica a tutti gli effetti.

La prova per la scuola di infanzia e primaria (compreso sostegno) si svolgerà nei giorni 11 e 12 marzo 2024 e quella per la scuola secondaria nel periodo 13-19 marzo (5 giorni, sono esclusi sabato e domenica)

Le operazioni di identificazione avranno inizio alle ore 8.00 per il turno mattutino e alle ore 13.30 per il turno pomeridiano. Il turno mattutino è previsto dalle 9.00 alle 10.40 e il turno pomeridiano dalle 14.30 alle 16.10.

Le prove scritte si svolgono nella regione per la quale il candidato ha presentato domanda di partecipazione, nelle sedi individuate dagli Uffici Scolastici Regionali competenti per territorio, che determinano altresì il numero di turni necessari per lo svolgimento delle prove.

attachments:Avviso-candidati-concorso-infanzia-e-primaria

Leggi tutto “CONCORSO INFANZIA E PRIMARIA SU POSTO COMUNE E DI SOSTEGNO, CONVOCAZIONE PER LA PROVA SCRITTA”

Concorsi docenti. Calendario prove scritte

Concorsi ordinari docenti – tutti gli ordini di scuola – prove scritte
Il Ministero ci ha comunicato che le prove scritte, posti comuni e di sostegno, saranno calendarizzate a partire dal’11 marzo 2024.
•11-12 marzo: scuola dell’infanzia e  primaria
•13-19 marzo: scuola secondaria (5 giorni, sono esclusi sabato e domenica)
-Il turno mattutino è previsto dalle 9.00 alle 10.40
-Il turno pomeridiano dalle 14.30 alle 16.10.
In allegato la nota del MIM

Leggi tutto “Concorsi docenti. Calendario prove scritte”

IL MIM EMANA LE DISPOSIZIONI  IN MATERIA PREVIDENZIALE

REPORT IN MATERIA PREVIDENZIALE

In data odierna il Ministero dell’Istruzione e del Merito ha diramato agli Uffici scolastici regionali e all’Inps  una circolare con la quale detta istruzioni per le cessazioni dal servizio per il personale scolastico dal 1° settembre 2024, in applicazione dell’art. 1, commi 136, 138 e 139 della Legge n° 213 (legge di bilancio per il 2024).

In particolare, è stata estesa l’opzione donna a tutte le lavoratrici che, entro il 31 dicembre 2024, potranno far valere 35 anni di contribuzione e possiederanno, alla stessa data, un’età di almeno 61 anni, che potranno diminuire di 1 anno per ogni figlio fino ad un massimo di 2. Naturalmente, per poter presentare tale istanza, è indispensabile che l’interessato assista un parente disabile in situazione di gravità (art. 3 comma 3 della Legge 104/1992), oppure possieda una riduzione della capacità lavorativa almeno del 74%.

Leggi tutto “IL MIM EMANA LE DISPOSIZIONI  IN MATERIA PREVIDENZIALE”