INFORMATICONUIL del 02/07/2013 – Resoconto incontro ministero sindacati

INFORMATICONUIL del 02/07/2013

Resoconto incontro ministero sindacati

Le tematiche affrontate nel corso dell’incontro del 02/07/2013 sono state:

  • Utilizzazioni assegnazioni provvisorie: concordate le date per la presentazione delle domande

  • Organico di fatto

  • Organico di diritto personale educativo

  • Organico di diritto personale insegnante religione cattolica

 

Scarica INFORMATICONUIL del 02/07/2013

 

INFORMATICONUIL del 01/07/2013 – Di Menna: servono scelte immediate e concrete

INFORMATICONUIL del 01/07/2013

 Risorse, stabilità, sburocratizzazione al tavolo con il Ministro

Di Menna: servono scelte immediate e concrete

Valuteremo in relazione alle decisioni che Governo e ministro assumeranno su contratto e provvedimenti per la scuola

  Tre linee di intervento

  • RISORSE – piano di investimenti attraverso un riequilibrio nel rapporto spesa per istruzione/spesa pubblica per riportarlo agli standard dei Paesi europei più sviluppati.
  • STABILITA’ degli organici e del personale
  • SBUROCRATIZZAZIONE e sostegno alle scuole all’autonomia scolastica.

 

Scarica l’intero articolo INFORMATICONUIL del 01/07/2013

 

INFORMATICONUIL del 23/06/2013 – Alle scuole le economie del fondo: intesa per la ripartizione delle economie.

INFORMATICONUIL del 23/06/2013

Alle scuole le economie del fondo.    

Intesa per la ripartizione delle economie.

In data 20 giugno 2013 è stata sottoscritta, tra le Organizzazioni sindacali  rappresentative  della scuola ed il MIUR  l’Intesa per la ripartizione delle economie FIS  2011/12  che ammontano a  40.670.000 e quelle derivanti  dai progetti per la pratica sportiva 2012/13 che ammontano a 3.104.000.

L’accordo prevede:

  • l’integrazione del FIS per la retribuzione delle indennità di lavoro notturno e festivo nei convitti, di bilinguismo/trilinguismo e per quella spettante al personale che sostituisce il DSGA assente, per complessivi euro 10.000.000;
  • Completamento dei progetti  per la pratica sportiva per € 710.000;
  • Integrazione delle risorse destinata alle ore eccedenti in sostituzione dei colleghi assenti per € 2.393.000;
  • Integrazione del FIS delle scuole del primo ciclo – in proporzione alla prima assegnazione – per € 30.625.000;

Nell’intesa è stato ribadito che le economie del salario accessorio vengono utilizzate nella contrattazione integrativa di scuola.

Le somme calcolate su parametri oggettivi saranno inviate automaticamente alle scuole nei prossimi giorni.

Le ulteriori disponibilità, cioè  quelle che necessitano di una rilevazione o le verifiche e gli appositi monitoraggi, saranno accreditate, esperite le suddette verifiche.

Infine, questa segreteria territoriale della Uil Scuola, con la presente, caldeggia l’invito ai Sigg.ri Dirigenti Scolastici e DSGA di volere disporre il pagamento a favore dei beneficiari, a mezzo cedolino unico, di tutte le spettanze, a carico del FIS, atteso che la disponibilità è in linea, e comunque  è auspicabile, entro e non oltre il mese di agosto p.v.

By Segreteria Territoriale Uil Scuola Catania

f.to Salvo Mavica, Segretario generale.

 

Circolare su posti di sostegno in organico di fatto AT Catania

Pubblichiamo di seguito la Circolare su posti di sostegno in organico di fatto AT Catania ed il Prospetto per l’assegnazione alunni sostegno.

 

Contatti, consulenza ed assistenza: Gruppo operativo degli specialisti del settore di questa Segreteria Territoriale Uilscuola Catania.

Coordinamento:  Luigia Guarrera, Rita Scenna.

f.to Salvo Mavica, Segretario generale.

 

INFORMATICONUIL del 12/06/2013 – Varie notizie personale DOCENTE e ATA

INFORMATICONUIL del 12/06/2013

PERSONALE DOCENTE e ATA / Incontro ministero-sindacati

Nomine in ruolo, posizioni economiche, organici

In data 11 giugno  2013 si è tenuto un incontro tra le organizzazioni sindacali del comparto scuola e la Direzione del personale del MIUR su diverse questioni riguardanti il personale Docente ed ATA.
Per la UIL Scuola hanno partecipato Noemi Ranieri  ed Antonello Lacchei.
Sulle questioni riguardanti il personale Ata è stato predisposto un comunicato unitario dei sindacati scuola.

Di seguito gli argomenti trattati;

PERSONALE ATA

  • Nomine in ruolo

I rappresentanti del MIUR hanno riferito di una nuova richiesta di autorizzazione inviata al MEF di 5.622 posti, relativi a tutti i profili Ata non interessati all’accantonamento di posti in conseguenza della norma di passaggio dei docenti inidonei ai profili di assistente amministrativo o tecnico.
La UIL Scuola ha ricordato che l’accordo con il Governo ed il conseguente contratto sulla rimodulazione delle posizioni stipendiali iniziali delle anzianità, sottoscritto da UIL Cisl Snals e Gilda all’Aran hanno reso possibile un piano pluriennale di assunzioni, assicurando la sostenibilità economica di tutta l’operazione di stabilizzazione. In virtù di questo piano nell’anno 2011 – 2012 è stato possibile mettere in ruolo oltre 66.000 precari; 30.300 docenti ed educatori e 36.000 ATA. Nell’anno scolastico in corso, invece, sono state effettuate esclusivamente le assunzioni dei docenti  Il piano triennale di assunzioni in ruolo previsto dal decreto interministeriale del 3 agosto 2011, firmato dai Ministri Gelmini, Tremonti e Brunetta, ha previsto la copertura di tutti i posti vacanti e disponibili nel triennio 2011/2013, docenti ed ATA. Per questo la UIL ha chiesto che anche le nomine Ata siano fatte nell’anno in corso, per tutti i profili e su tutti i posti vacanti, proseguendo anche nella mobilità professionale e di prevedere, in deroga alla scadenza della mobilità, la riapertura dei termini per la richiesta della sede definitiva dei neo immessi in ruolo.

  • Posizioni economiche

I Rappresentanti del MIUR hanno riferito di una risposta inviata in questi giorni a Mef e FP che risponde ai rilievi e che è in corso una interlocuzione con i dicasteri interessati per giungere ad una conclusione positiva. La UIL Scuola ha evidenziato la necessità di procedere all’attribuzione delle nuove posizioni per l’anno corrente ed alla formazione per i nuovi destinatari Risulta comunque inaccettabile che si mettano in discussione, due anni dopo la stipula, gli effetti di un accordo che ha riflessi concreti sui lavoratori e sulle scuole. Dunque per la UIL è necessario procedere alla firma definitiva dell’accordo per tutelare i diritti contrattuali del personale che, essendo destinatario di posizione economica, ha già svolto le attività ed è stato escluso dalla retribuzione accessoria

  • Modifica regolamento organici

A partire dalla prossima settimane il Miur si è impegnato a fornire i dati strutturali del sistema scolastico dopo il dimensionamento della rete ed a convocare una serie di incontri specifici. L’organico della scuola dell’autonomia, secondo la UIL, deve partire dalle effettive necessità delle scuole e dall’individuazione dei nuovi carichi di lavoro per consentire ai lavoratori di operare in un quadro di certezze e di tutele ed alle scuole di dare risposte di qualità adeguate alla domanda e ai bisogni sempre crescenti dell’utenza, in termini di prestazioni e di qualità. L’impegno del Ministero sulla ridefinizione dei criteri di assegnazione, che vogliamo verificare, costituisce una buona base di partenza per approfondire le proposte della nostra Organizzazione in relazione ad una nuova distribuzione dell’organico, alla costituzione di posti di area C, all’estensione dell’area tecnica ad ogni scuola ed alla definizione di un organico funzionale di rete.

  • Sequenza contrattuale compensi DSGA affidatari di scuole sottodimensionate

L’atto di indirizzo, predisposto dal Miur sarebbe stato respinto per ragioni contabili ed è in via di stesura una nuova versione che tiene conto dei risparmi derivanti dal dimensionamento della rete scolastiche. La Uil scuola ritiene inaccettabile che su questa vicenda, stabilità per legge, non si avvii la prevista contrattazione all’ARAN, per ritardi tutti burocratici.

 

DOCENTI

Incontro ministero-sindacati
Graduatorie di istituto, Concorso, Tfa speciali

  • Scioglimento delle riserve

L’amministrazione ha illustrato una bozza del decreto sullo scioglimento delle riserve per le supplenze,  per chi ha conseguito i titoli abilitanti, anche presso le università straniere, riconosciuti con appositi decreti  per chi  ha conseguito i titoli per il sostegno e per i congelati delle SISS o dei corsi di scienza della formazione primaria.  La UIL, con le altre organizzazioni sindacali, ha chiesto modifiche ed integrazioni al testo, mantenendo tempi adeguati per la presentazione delle domande. La data ultima   con ogni probabilità,  si collocherà  al 12 luglio 2013.

  • Graduatorie di istituto

Il MIUR sta valutando possibili soluzioni  al problema delle corrispondenze tra istituzioni scolastiche coinvolte dalle diverse fasi del dimensionamento  attraverso una procedura centralizzata  che sarà  successivamente presentata  nel dettaglio. Per la UIL l’intervento deve individuare un sistema di garanzia al numero massimo di scuole esprimibili per coloro che vedono ridotta tale quantità a seguito delle confluenze, inoltre, il sistema deve consentire l’utilizzo delle nuove graduatorie entro il primo settembre 2013.

  • Concorso

Da una  tabella fornita dal MIUR  si evince una sintesi della situazione del concorso ordinario  a livello  regionale. Complessivamente risultano convocate  106 procedure per le prove orali, contro 83 in cui queste non sono ancora  attive. Le Regioni Sicilia  e Toscana presentano le maggiori criticità.  Successivamente saranno comunicati i dati inerenti  percentuali ammessi/ non ammessi divisi per territori e quant’altro.

  • TFA Speciale

Le  osservazioni ai rilievi avanzati  dalla corte dei conti sono stati trasmessi il  7 giugno dal Capo di Gabinetto. Successivamente alla pubblicazione nella gazzetta ufficiale il MIUR si  è  impegnato a fissare un incontro con le OO. SS. per discutere i vari aspetti organizzativi della procedura.  Per la UIL a fronte di approfondimenti  che il ministro si e’ impegnato a  fare  va fatta salva l’esigenza di dare risposta ad un’aspettativa del personale ormai consolidata. I tempi prefigurati depongono secondo la UIL  a favore di uno spostamento degli anni accademici di riferimento, escludendo quello che ormai si avvia a conclusione. La UIL  e’ disponibile a considerare soluzioni di semplificazione delle procedure in termini di flessibilità, accorpamenti  di classi per la frequenza dei percorsi ecc.

  • Corsi di riconversione su sostegno per docenti in esubero

In conclusione dell’incontro il direttore del personale si è dichiarato ottimista sulla possibilità di  fornire una informativa aggiornata sulla situazione in cui versa l’avvio dei  percorsi di   riconversione sul sostegno dei docenti in soprannumero. Secondo la UIl vanno adottate misure di          semplificazione delle azioni che consentano l’avvio delle attività.  Sui corsi  di specializzazione riservati a chi è già in possesso di abilitazione la UIl ha sollecitato l’esigenza di un interlocuzione con il competente dipartimento Università.

 

PAGAMENTO DELLE FERIE AI SUPPLENTI

IL MIUR INVIA LE RISORSE ALLE SCUOLE

In sede di informativa sindacale il Direttore Generale delle politiche finanziarie del MIUR ha comunicato l’avvenuta assegnazione alle scuole, insieme alle risorse per il pagamento delle supplenze brevi, delle somme necessarie per il pagamento delle ferie nella misura definita dal CCNL.

La stessa informativa ricorda che la liquidazione delle ferie non fruite dal personale con contratto a tempo determinato è effettuata dalle Ragionerie territoriali dello Stato alle quali i Dirigenti scolastici trasmetteranno gli atti necessari.

Di seguito la dichiarazione congiunta:

Dichiarazione delle delegazioni delle Organizzazioni sindacali

I sindacati firmatari del CCNL scuola esprimono soddisfazione per l’informativa data dal Direttore del Bilancio del MIUR sulla monetizzazione delle ferie dei docenti precari.

Essa consente di definire due punti di certezza:

  1. le scuole hanno già ricevuto i finanziamenti necessari per retribuire le ferie maturate per supplenze brevi dai docenti e ATA precari così come previsto dal CCNL vigente;
  2. allo stesso modo assicura analogo trattamento al personale non di ruolo in servizio fino al 30/6 alla cui liquidazione dovrà provvedere il Ministero dell’Economia sulla base delle comunicazioni dei Dirigenti Scolastici.

Tale risultato è stato possibile grazie al tempestivo e pressante intervento delle Organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL.

Le stesse vigileranno perché questa positiva conclusione trovi concreta applicazione nelle scuole.

Roma, 12 giugno 2013

 

Mobilità ATA prorogato al 15 giugno il termine per le domande

Con una nota di servizio il MIUR comunica che le funzioni per di compilazione e l’inoltro on line delle domande di trasferimento e di passaggio di profilo del personale ATA saranno disponibili fino alle ore 24 del 15 giugno.

13  giugno  2013

Proroga delle funzioni POLIS per l’invio delle domande di mobilità del Personale ATA

Si comunica  che per consentire la completa e corretta conclusione delle operazioni di compilazione ed inoltro on line delle domande di trasferimento e di passaggio di profilo,    le   funzioni saranno disponibili fino alle ore 24 del 15 giugno.

Con l’occasione si raccomanda, a coloro  che  non avessero provveduto in tal senso, di effettuare quanto prima l’operazione di “INVIO” della domanda predisposta e memorizzata in bozza, al fine di renderne efficace la partecipazione alle relative procedure di mobilità.

 

By Uil Scuola segreteria territoriale Catania.

f.to salvo mavica, segretario generale

 

UIL: le risorse alle scuole

 07 Giugno 2013

UIL: le risorse alle scuole

Incontro ministero-sindacati Formazione 2013

Si è svolto il 5 giugno 2013 il  primo incontro di confronto sul contratto integrativo annuale sulla formazione. L’amministrazione ha presentato la stessa proposta sia nel forma di contratto che in quella di atto datoriale; la parte sindacale si è espressa a favore della prima tipologia  rivendicando l’utilità dello strumento pattizio su una materia tanto delicata ed urgente ed auspicando la possibilità di revisione del decreto legislativo 150/2009 in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico.

Le risorse risultano incrementate rispetto all’anno precedente, seppur in misura limitata. La UIL, rappresentata da  Antonello Lacchei e Noemi Ranieri,  ha proposto, come già negli anni precedenti che, fatti salvi gli obiettivi contrattuali, le somme residue siano destinate in via assoluta alle scuole, per fare fronte a bisogni formati differenziati,  per le diverse aree contrattuali, ha espresso inoltre la propria disponibilità a ricercare soluzioni che nel rispetto delle norme favoriscano un utilizzo efficace per la qualificazione del personale e la modernizzazione  del sistema di istruzione, ha rimarcato gli effetti negativi del mancato avvio della commissione bilaterale nazionale  prevista dall’articolo 71 del  vigente CCNL.  La UIL ha infine sottolineato l’esigenza di dare corso alle iniziative di  riconversione  su sostegno dei soprannumerari, alla formazione per la CLIL  già attivata.

La  prosecuzione del  confronto è fissata per il 19 giugno.

 

UIL Scuola: rivedere la legge Fornero

 05 Giugno 2013

UIL Scuola: rivedere la legge Fornero

Riforma delle pensioni

 Urge una decisione politica

Il personale della scuola ha a riferimento l’anno scolastico e non l’anno solare; per questo ha avuto una doppia penalizzazione su cui la UIL Scuola ha sviluppato un diffuso contenzioso (circa 2500 ricorsi c.d. “Quota ‘96”).

Ciò che è urgente è una decisione politica, che non si limiti alle dichiarazioni di condivisione, ma che determini un atto legislativo che sani la questione e garantisca il diritto a tutti.

E’ la politica in Parlamento che deve individuare le necessarie coperture finanziarie.

Al Governo sollecitiamo di emanare un atto che consenta il pensionamento, così come previsto, al personale in soprannumero e che abbia i requisiti per la pensione in base alla norma pre – legge Fornero.  

 

INFORMATICONUIL del 30/05/2013 – REPORT CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA TENUTASI A MONTESILVANO

INFORMATICONUIL del 30/05/2013

MONTESILVANO | CONFERENZA DI ORGANIZZAZIONE UIL SCUOLA

#Cambiamento – Più sindacato

Di Menna: Proporremo agli altri sindacati scuola un piano di interventi da presentare al ministro Carrozza che deve passare dalle parole ai fatti, quindi alle decisioni.

 Servizi, formazione, comunicazione:  le direttrici dei lavori della conferenza

Inaccettabile che si dica ai sindacati che il contratto è ‘fermo’ per legge: significa chiedere ai sindacati di essere irresponsabili. Il contratto è 2013 – 2015, se si apre la trattativa si possono affrontare le singole questioni e risolverle.

Insieme agli altri sindacati scuola – ha detto Di Menna  nel corso del suo intervento alla Conferenza – predisporremo un piano di  interventi urgenti da presentare al ministro Carrozza e al Governo: rinnovo contrattuale, investimenti per riequilibrare il rapporto tra spesa per istruzione e spesa pubblica e adeguarli ai livelli della media europea. Alcune misure vanno prese subito: immissioni in ruolo per il personale Ata,  organico funzionale stabile, di rete, sburocratizzazione, precariato e attuazione Tfa speciali.

 Un sindacato che cresce in modo costante, con oltre ventimila iscritti in più in dieci anni (dai 55 mila del 2002 agli oltre 76 mila del 2012 – con un ulteriore incremento nei primi mesi del 2013), che aumenta i consensi in tutte le elezioni per il rinnovo nelle Rsu,  con un incremento  nelle quattro tornate elettorali, di tre punti percentuali, dal 12% del 2000 al 15 % del 2012.

Una  comunicazione che,  per quanto riguarda il sito internet, fa registrare,  in media , al mese, 4 milioni e mezzo di contatti,  150 mila visitatori, 100 mila visitatori unici.

Sono alcuni dei macro dati organizzativi presentati , nella sua relazione, dal segretario organizzativo, Pino Turi, nel corso della conferenza di organizzazione della Uil Scuola,  appuntamento di mid term  prima del prossimo Congresso nel 2014, che ha visto la partecipazione di 500 delegati , rsu, insegnanti, personale Ata, dirigenti scolastici, provenienti da tutta Italia.

Una scuola pubblica, laica, di qualità. E’ questa la scuola che vuole la Uil, soprattutto di qualità – ha detto Angeletti nel suo intervento –  ogni società è lo specchio della scuola che ha. La civilizzazione di un paese dipende dalla capacità di organizzare l’istruzione.

 Il valore del lavoro, la qualità nel lavoro – ha detto ancora Angeletti, in un società dove la maggior parte della ricchezza è prodotta dai servizi, il valore del lavoro delle persone, ad esempio, quello degli insegnanti e del personale della scuola, assume un ruolo fondamentale.  Il valore del lavoro è scritto nell’articolo 1 della nostra costituzione.

 L’assenza di lavoro, oggi, è la più grave ingiustizia sociale.

 La contrattazione è essenziale. Noi non vogliamo annunci. Vogliamo che il governo della Repubblica, sia coerente con le dichiarazioni che fa. Bisogna che la scuola sia il luogo nel quale si formano i futuri cittadini italiani.  Il Governo apra un confronto su come intende fare una scuola di qualità e dica quali sono le risorse chela Repubblicaitaliana intende mettere a disposizione della scuola italiana.

  La chiave di questo momento  – ha detto nel corso del suo intervento Massimo Di Menna, segretario generale della Uil Scuola – è sintetizzata  nel  tema della conferenza:  #Cambiamento,  che non deve ridursi a  diventare un termine di moda, quindi effimero.

 Al ministro dell’Istruzione diciamo, c’è un governo politico, non serve fare il giro d’Italia per conoscere i problemi. Va aperto un confronto, non per convincere ma per decidere che cosa occorre fare.
Per noi #Cambiamento significa ‘più sindacato’. In un momento di crisi aumentano le persone che hanno bisogno di sindacato, che si rivolgono a noi. Una società moderna richiede più sindacato.

 Degli impegni che assumiamo ne  indichiamo tre:

comunicazione:  un sindacato libero e laico ha necessità di far sentire protagoniste le singole persone. Serve una comunicazione chiara e semplice.

formazione:  una vera scuola sindacale che sia sede di modernizzazione sindacale, luogo dove recuperare capacità di ascolto e assumere competenze tecniche, specifiche.

nuovo assetto territoriale e servizi di qualità.

 

By segreteria territoriale Catania.

f.to Salvo Mavica segretario generale

 

INFORMATICONUIL del 29/05/2013 – Incontri al MIUR su: ORGANICI, IMMISSIONI in ruolo e posizioni economiche ATA

INFORMATICONUIL del 29/05/2013

Incontri al MIUR su:  ORGANICI, IMMISSIONI  in ruolo e posizioni economiche

Per gli Ata la Uil chiede certezza del lavoro e della retribuzione 

In data 27 maggio 2013 si è tenuta una riunione tra le organizzazioni sindacali del comparto scuola e la Direzione del personale del Miur in prosecuzione dell’informativa sul’organico Ata 2013/14. Per la UIL Scuola ha partecipato Antonello Lacchei.

L’Amministrazione ha presentato alcuni dati sul dimensionamento della rete scolastica e sulla distribuzione territoriale degli accantonamenti per la esternalizzazione  dei servizi ( appalti di pulizia e Co.co.co )  ed ha confermato che  intende utilizzare gli stessi criteri di attribuzione di posti già adottati lo scorso anno nella formazione dell’organico di diritto.

La UiL Scuola ha ribadito la necessità:

della conferma delle dotazioni organiche complessive; di una  redistribuzione dei posti alla luce dei carichi di lavoro; della costituzione di posti di area C; dell’estensione dell’area tecnica in ogni ordine di scuola; della salvaguardia della titolarità del personale di ruolo, in presenza di appalti di pulizia o contratti CO.CO.CO; la necessità di attuazione della norma che prevede l’istituzione di un organico pluriennale di scuola e di rete.

Nel corso della riunione i rappresentanti del Miur hanno riferito circa gli  sviluppi di  due importanti questioni sollevate da parte sindacale nel corso dei precedenti incontri.

La prima sui Rilievi di MEF e Fp sull’accordo per l’attribuzione delle posizioni economiche che non risulterebbero compatibili con il D.L. 78/2010

Il MIUR ha illustrato una nota di risposta ai due Ministeri che evidenzia la legittimità di tali compensi ed accoglie le tesi da noi sostenute e rappresentate in questi giorni agli interlocutori istituzionali e politici.

La seconda sulle immissioni in ruolo del personale ATA che ha coinvolto gli Uffici di Gabinetto dei Ministeri interessati al fine della individuazione di una  soluzione rapida e  positiva

La UIL ha chiesto con forza che le nomine Ata siano fatte nell’anno in corso, per tutti i profili e su tutti i posti vacanti, proseguendo anche nella mobilità professionale e di prevedere, in deroga alla scadenza della mobilità, la riapertura dei termini per la richiesta della sede definitiva dei neo immessi in ruolo.

By  SEGRETERIA TERRITORIALE CATANIA.

 f.to:   Salvo Mavica, segretario generale

 

INFORMATICONUIL del 21/05/2013 – No al blocco dei contratti del lavoro pubblico, Al 30 giugno o al 31 agosto le supplenze ATA fino all’avente titolo, Insegnanti di religione cattolica (chiarimento sulla graduatoria regionale)

INFORMATICONUIL del 21/05/2013

No al blocco dei contratti del lavoro pubblico
Foccillo (Uil): Non accetteremo ulteriori rinvii

Bisogna ripristinare dinamica contrattuale rinnovando i contratti

Non accetteremo ulteriori rinvii dei contratti dei lavoratori pubblici. Bisogna, dunque, immediatamente ripristinare e riqualificare la dinamica contrattuale nel pubblico impiego, rinnovando i contratti.

Riteniamo che non è più procrastinabile un confronto immediato con le organizzazioni sindacali: solo attraverso la trattativa è possibile trovare soluzioni ed evitare di nascondersi dietro la mancanza di risorse.

Il blocco non si è limitato, infatti, ai contratti nazionali, ma ha coinvolto anche quelli aziendali e addirittura sono stati bloccati i salari individuali con la beffa che eventuali promozioni determinano solo modifiche giuridiche e non aumenti salariali.

E’ un problema di legalità relazionale, ma anche di miopia politica: i bassi salari impediscono che i consumi e il livello di risparmio delle famiglie aumentino. Non c’è liquidità e non c’è, di conseguenza, domanda.

Roma, 20 maggio 2013

 

Al 30 giugno o al 31 agosto le supplenze ATA fino all’avente titolo

Con nota Prot. AOODGPER n. 4988 del 21/05/2013 il MIUR invita i Direttori Regionali ad autorizzare, su richiesta dei Dirigenti scolastici, la copertura dei posti con supplenze fino al 30 giugno o al 31 agosto – secondo la natura del posto – con contratti ai supplenti chiamati dalle graduatorie di istituto fino all’avente titolo.

 

Prot. AOODGPER n. 4988 – Uff. III                                      Roma, 21/05/2013

OGGETTO: Supplenze fino all’avente titolo personale  A.T.A. ex art.40 legge 449/97.

Come è noto, nelle more del perfezionamento della procedura di transito del personale docente inidoneo per motivi di salute nei ruoli del personale A.T.A. e dell’autorizzazione per le immissioni in ruolo, si è ravvisata la necessità di utilizzare, in molti casi, supplenti dalle graduatorie di istituto con contratti fino all’avente titolo ai sensi dell’art.40 della legge 449/97.

A tal fine era stata diramata la nota n.6340/bis del 30 agosto 2012.

Considerato l’ approssimarsi della conclusione dell’anno scolastico le SSLL potranno, su richiesta delle istituzioni scolastiche, tenere in considerazione le suddette istanze in ragione della tipologia del posto che avrebbe comportato l’attribuzione del posto medesimo a personale neo immesso in ruolo o a supplenti annuali e dare l’assenso per la copertura, con supplenze fino al 30 giugno, di posti disponibili ma non vacanti e, con supplenze fino al 31 agosto, di posti vacanti e disponibili.

IL DIRETTORE GENERALE   f.to   Luciano Chiappetta

 

Insegnanti di religione cattolica: chiarimento sulla graduatoria regionale

 

Prot. n. AOODGPER 4911                                                                Roma, 20.5.2013

             Oggetto: Graduatoria regionale degli insegnanti di religione cattolica (art.10 dell’O.M. n.199 del 21.3.2013)– chiarimenti.

            A seguito di richieste di chiarimento relative all’attribuzione del punteggio per le esigenze di famiglia nella graduatoria regionale articolata per ambiti diocesani di cui all’art.10 dell’O.M. n.199 del 21.3.2013, si precisa quanto segue.

            Nella graduatoria citata, finalizzata all’individuazione del personale in soprannumero sull’organico determinato ai sensi della legge 186/03, non può essere attribuito il punteggio per le esigenze di famiglia di cui alla lettera A) del Titolo II Allegato D al CCNI Mobilità 11 marzo 2013.

            Diversamente per la mobilità territoriale, come precisato nella nota prot. n. 5046 del 26.03.2008, è riconosciuto anche il punteggio relativo al ricongiungimento al coniuge ecc. esclusivamente con riferimento al comune di residenza dei familiari sito nel territorio della diocesi richiesta.

            Infine, si ricorda che l’anno scolastico in corso non è valutabile nella graduatoria regionale articolata per ambiti diocesani di cui all’art.10 dell’O.M. n.199 del 21.3.2013.

IL DIRETTORE GENERALE – f.to Luciano Chiappetta

Le bandiere della UILSCUOLA sventolano anche a Mascali.

SEGRETERIA TERRITORIALE DI CATANIA                                                                            Ai Sig.ri Dirigenti Scolastici 

Ai Sig.ri Docenti 

  Al personale ATA

           Alle RSU e RSA      

LORO       SEDI

  

Le bandiere della UILSCUOLA sventolano anche a Mascali.

Ho il piacere di comunicare  a tutti i tesserati, simpatizzanti ed amici che in   Via Umberto, 87 – MASCALI – CT- SEGRETERIA PROVINCIALE UILA – è operativo il servizio di assistenza professionale e consulenza specialistica di questa segreteria territoriale della UILSCUOLA.

Si riceve:  Tutti i GIOVEDI’ dalle ore 17,00 alle ore 20,00  o previo appuntamento telefonico e/o telematico. Tel. 095 7784676 , e. mail: uilscuct@tin.it.

Esperti e consulenti:  ZITO Rosalia Rita,  ZITO Cinzia,  ROMEO Angela.

Servizi:

  • Scuole ogni ordine e grado;
  • Personale DOCENTE  e  ATA a T.I. e T.D.;
  • Mobilità,  graduatorie,  ricostruzioni carriera,  pensioni;
  • Tutti i servizi di  previdenza , PATRONATO  – ITAL  – UIL;
  • CAF  e  assistenza fiscale;
  • Assistenza legale, diritto amministrativo e del lavoro, nell’arbitrato, nei ricorsi e nelle vertenze;
  • Contabilità pubblica, erariale e bilancio;
  • Contratti d’istituto, part-time , progetti curriculari, extracurriculari, FSE, PON etc;

La UILSCUOLA: sindacato utile……

“”entrare nel merito delle questioni per risolvere i problemi.””

Salvo Mavica, segretario generale

 

Scarica locandina nuova sede di Mascali

 

INFORMATICONUIL del 16/05/2013 – TFA ORDINARI: nota Miur senza confronto né trasparenza

INFORMATICONUIL del 16/05/2013

TFA ORDINARI: nota Miur senza confronto né trasparenza

–          La lettera inviata al ministero

Alla Dott.ssa Lucrezia Stellacci

Capo Dipartimento per l’Istruzione MIUR

Al Dott. Luciano Chiappetta

Direttore generale del personale MIUR

Oggetto:  TFA ordinari – Nota MIUR 10 aprile 2013

Il 10 aprile e’ stata trasmessa ai Direttori degli Uffici Scolastici regionali ed ai Magnifici Rettori delle Università la nota in oggetto recante importanti informazioni ed orientamenti inerenti la conclusione dei percorsi di Tirocinio Formativo Attivo ordinari. Contrariamente a quella diffusa il 28 febbraio, questa non è stata oggetto di alcuna informativa alle organizzazioni sindacali, nonostante dal testo si evincano alcune scelte che necessariamente rimandano a tale livello di confronto ed i cui effetti generano confusione ed aspettative tra i corsisti attualmente impegnati nei corsi ed in coloro che aspettano ormai da un anno l’avvio dei TFA Speciali.

Nel merito del testo, a titolo di esempio, si evidenzia la scelta, compiuta unilateralmente, di consentire la fruizione dei benefici derivanti dall’acquisizione del titolo abilitante a partire dal prossimo anno scolastico.

Altrettanto unilateralmente si sceglie di abbassare i requisiti di selezione dei tutor coordinatori del tirocinio per le classi di concorso in cui sia registrata l’assenza di candidature invitando le Università ad emanare bandi “a condizioni meno stringenti”.

Conseguentemente a ciò ed alla tardiva diffusione dei chiarimenti oggetto della nota, può determinarsi la strana situazione per cui le attività di tirocinio possano essere svolte e certificate senza che gli aspiranti docenti abbiano maturato alcuna esperienza diretta di insegnamento, né contatto con gli studenti nelle discipline per le quali concorrono, snaturando completamente la logica sottesa alle disposizioni che hanno avviato i Tirocini Formativi Attivi.

Ulteriori preoccupazioni desta il limitato livello di diffusione della nota, con essa si forniscono infatti chiarimenti sui titoli di preferenza e sugli interventi di autotutela che gli atenei sono invitati a svolgere a favore di persone fin qui escluse dai percorsi, con ogni probabilità non a conoscenza delle opportunità che la nota stessa prefigura a loro vantaggio.

La UIL ha più volte denunciato la confusione e l’incertezza che regna in tema di gestione dei TFA per i quali ancora una volta siamo a chiedere un apposito incontro.

In attesa di cortese riscontro, si porgono cordiali saluti

Massimo Di Menna

Segretario Generale

 

–         Scarica la nota Miur:  nota_1742013_percorsi_tfa

 

INFORMATICONUIL del 15/05/2013 – Siglata l’ipotesi di CCNI 2013/2014 sulle UTILIZZAZIONI e ASSEGNAZIONI PROVVISORIE, Sentenza della Corte di Cassazione su infortunio alunno ora di educazione fisica

INFORMATICONUIL del 15/05/2013

Utilizzazioni e Assegnazioni Provvisorie: siglata l’ipotesi di accordo

Il giorno 15 maggio, come previsto, tra le organizzazioni sindacali e i rappresentanti del Miur, e’ stata siglata l’ipotesi di CCNI sulle utilizzazioni e assegnazioni provvisorie relative al personale docente, educativo e Ata, per l’anno scolastico 2013/14.  ( Scarica l’ipotesi CCNI UTILIZZAZIONI E ASSEGNAZIONI PROVVISORIE 2013-14 )

Come anticipato nei precedenti report gli interventi si sono limitati soprattutto ad apportare elementi di chiarezza, finalizzati allo snellimento del testo.

Proprio a questo fine, e al fine di rendere esigibile il contratto, e’ stato “coordinato” in un unico testo il contenuto dell’art. 20 e quello dell’allegato 6, entrambe relativi alla sequenza operativa del personale Ata.

Sempre relativamente al personale Ata, al fine di gestire gli esiti del dimensionamento della rete scolastica, sono stati riconfermati i criteri per la determinazione delle disponibilità riferiti ai DSGA, che consentono, anche in presenza di scuola sottodimensionata,  l’utilizzazione nella scuola di titolarità in luogo della reggenza.

Ulteriori modifiche o chiarimenti:

Art. 2: possibilità, su specifica richiesta degli Istituti interessati, di utilizzazione di docenti e di I.T.P. negli Istituti Tecnici Superiori, per attività di supporto didattico.

Art. 5, c. 2: e’ stato chiarito che ai fini delle utilizzazioni del personale DOP e’ prevista una graduatoria unica, formulata secondo le tabelle di valutazione dei titoli di cui al CCNI sulla mobilità.

Art. 6-bis: e’ stata prevista la conferma con priorità dei docenti già utilizzati presso dette istituzioni scolastiche.

Allegato 3, punto 7: nell’ordine delle operazioni, e’ stata prevista la possibilità di conferma, con precedenza e a domanda, dei docenti della Dotazione Organica di Sostegno negli Istituti d’Istruzione Superiore, dove siano presenti organici distinti, anche negli indirizzi diversi da quello di titolarità.

Le domande per l’infanzia e primaria saranno on-line, per gli atri ordini di scuola e per gli Ata verranno presentate attraverso le precedenti modalità cartacee.

Il presente accordo, prima della firma definitiva, dovrà essere sottoposto alla verifica di competenza della Funzione Pubblica.

Per la UIL scuola ha partecipato Pasquale Proietti.

 

Sentenza della Corte di Cassazione: infortunio alunno ora di educazione fisica

Con sentenza n. 13310 del 21.3.2013 la V Sezione Penale della Corte di Cassazione ha deliberato che : “ in caso di infortunio del bambino a scuola durante un esercizio di ginnastica, l’insegnante che non si accorge della gravità del danno non è punibile per omissione di soccorso, ma al massimo può essere oggetto di rimprovero, ribaltando la sentenza della Corte d’Appello di Perugia che aveva condannato la docente alla pena di giustizia ed al risarcimento del danno.

Durante un esercizio ginnico il ragazzo aveva riportato un infortunio e l’insegnante dopo aver accertato difficoltà respiratorie e praticato un massaggio lo aveva messo a riposo avvertendo poi della cosa il preside della scuola e gli insegnanti delle ore successive.
Ad avviso della Suprema Corte ciò non è sufficiente  “a fondare il giudizio sulla colpevolezza dell’imputato formulata dai giudici d’Appello”. In simili casi “si rivelano semplicemente la sottovalutazione da parte della medesima della situazione di pericolo pure percepita ed errate modalità di soccorso per arginarla”. Quindi precisa la Corte “la motivazione della sentenza appare idonea a sostenere al più un giudizio di rimproverabilità dell’imputata per non aver saputo riconoscere l’effettiva entità del pericolo in cui versava il minore e per non aver adottato misure adeguate a fronteggiarli a causa della propria imperizia, non già l’affermazione della volontarietà dell’omissione delle corrette modalità di soccorso nella consapevolezza della loro necessità”. Al contrario prosegue la Corte tutti i comportamenti dell’insegnante sono “accomunati da un grado di incompatibilità con il dolo del reato in contestazione”.
Quindi agli atti della Corte “emerge in maniera incontestabile l’evidenza della prova negativa della sua colpevolezza dovendosi escludere che nella condotta della medesima possa rinvenirsi traccia alcuna del dolo necessario per la sussistenza del reato contestato”. Dunque prosegue la Corte “deve reputarsi escluso il dolo, anche solo nella forma eventuale, qualora l’omissione di soccorso sia dovuta in un errore in ordine alla valutazione della reale natura della situazione percepita attraverso i propri sensi, né può ritenersi integrato l’elemento soggettivo del reato in contestazione pur avendo riconosciuto la situazione di pericolo ed abbia poi errato nelle modalità di soccorso poste in essere”. La sentenza pertanto precisa che vi può essere solo un rimprovero e non responsabilità penale dell’accaduto.

 

L’occasione è gradita per porgere cordiali fraterni saluti.

 

Dalla SEGRETERIA TERRITORIALE CATANIA.

At

Sigg.ri Dirigenti Scolastici.  LORO  SEDI

Scuole ogni ordine a grado. LORO  SEDI

Agli amici TESSERATI      LORO  SEDI

Agli amici utenti del sito web www.uilscuolacatania.it

 

                                                             f.to : Salvo Mavica, segretario generale territoriale, CT